“Finalmente il Parlamento ha approvato questo provvedimento che tutela la sicurezza degli esercenti le professioni sanitarie e socio-sanitari. Tutta la categoria lo stava aspettando da tempo. Ora speriamo che sia applicato e dunque fatto rispettare”. 

È questo il commento di Antonio Magi, Segretario Generale SUMAI Assoprof, alla notizia dell’approvazione in via definitiva da parte del Senato del ddl anti aggressioni.

“Bene soprattutto – sottolinea Magi – l’articolo 6 che prevede che i reati di percosse e lesioni siano procedibili d’ufficio quando ricorre l’aggravante che consiste nell’avere agito, nei delitti commessi con violenza o minaccia, in danno degli esercenti le professioni sanitarie e socio-sanitarie nell’esercizio delle loro funzioni.

“Ora – conclude il segretario del Sumai – quello che mi aspetto, specie dopo quanto abbiamo passato nei mesi scorsi a causa dell’emergenza sanitaria dovuta al Covid 19, è il miglioramento delle condizioni di lavoro e il potenziamento dei servizi sanitari a partire dal territorio e negli ospedali assumendo a personale ed aumentando ore specialistica ambulatoriale a tempo indeterminato non dimenticando che entro il 2023 andranno in pensione oltre 30 mila medici.

“Spero che quanto si legge nelle bozze del Dl Agosto sia migliorato e reso strutturale e non solo un palliativo del momento che di fatto non risolve i problemi ma li rimanda e questo non mi fa certo ben sperare. Staremo a vedere”